martedì 2 giugno 2009

Discorso di fine campagna elettorale mai fatto...

Elezioni del 6/7 giugno 2009

Discorso di fine campagna elettorale di un comizio senza data e mai fatto


Buona giornata a tutti…
È doveroso presentarsi ..mi chiamo Massimo Ciurca…sono nato a rivoli 51 anni fa’ e vivo in questa città oramai da mezzo secolo…lavoro come infermiere presso il pronto soccorso di rivoli da circa 10 anni…quindi conosco le problematiche socio-sanitarie della nostra realtà
Sono sposato con una adorabile e bella donna e ho tre figli , due piccoli …Aurora e Nicolò…e uno più grande Marco
Non sono un politico di professione e non ho mai partecipato ad una campagna elettorale…anche in questa ..del 2009 pur essendo candidato … per motivi di lavoro e per le doverose cure familiari..non sono riuscito a svolgere una adeguata campagna elettorale…
Dicevo..non sono un politico, ma un cittadino di Rivoli si…e come cittadino sono immune dai mille compromessi che solitamente versano i politici…è tale intendo rimanere che sia eletto o no.
Si…io ho basato tutto su una sola parola.. Rettitudine
Rettitudine morale
come primo e indissolubile requisito per amministrare le cose pubbliche come faccio per quelle private…rettitudine che vuol dire anche rispetto per il prossimo, per l’uomo in genere, rispetto per tutto , anche per le piccole cose più insignificanti….perché se non si percorre una via retta per tutto prima o poi si cade nella trappola del fare politica prima per se e poi, se ne rimane, per gli altri…
Rettitudine , rispetto, libertà , giustizia, uguaglianza..ecc..tutte parole sempre tra le labbra dei politici, di coloro che blaterano specie in campagna elettorale , ma che poi se ne strafregano senza problemi,,,hanno una faccia tosta inverosimile…
Basta una sola parola…essere retti, rettitudine morale…in essa è racchiuso tutto l’essenza della vita pubblica e la buona amministrazione della città o del paese…non certo come oggigiorno, accade.…in cui la rettitudine è stata bandita
La rettitudine come meta per cambiare le cose…qui in città come nel paese Italia… si…amici lettori…mi sono candidato quasi per caso, sotto la spinta di un amico…non ho esperienza politica come non la hanno gli amici grillini, ma ho l’esperienza della vita sul campo…si sul “campo di battaglia” …so cosa significa arrivare a fine mese col conto rosso in banca…so cosa significa lavorare duramente quando si è stanchi, so cosa sia la sofferenza…la vedo tutti i giorni, conosco il problema scuola , conosco la voglia di migliorare e l’impossibilità di realizzare i propri desideri…conosco i problemi legati all’ambiente e per questo sono NO TAV , no al nucleare, no agli inceneritori inquinanti, no alla distruzione della natura e del pianeta che ci ospita per una parvenza ipocrita di progresso, di sviluppo…i nostri politicanti ci stanno prendendo per il sedere..e noi lo permettiamo…io sono per l’energia rinnovabile…garante di migliaia di posti di lavoro e di energia pulita e perenne, garante di un ambiente sano ed empatico con la dimensione dell’uomo, …bisogna riconvertire le industrie in industrie rinnovabili a questo tipo di energia e non ripercorre vecchi e subdoli piani di energia che faranno solo intascare denaro pubblico, il nostro denaro, ai mafiosi, alle ditte concubine alla criminalità, ai politici disonesti…solo in questo modo si avranno più posti di lavoro e più qualità della vita.
Non possiamo essere indifferenti a queste questioni…perché tra pochi anni i danni saranno irreparabili…e il pianeta che ci ospita avrà passato la soglia verso la rovina completa…
Che mondo lasciamo ai nostri figli?
Questi politici che ci governano sono nemici pubblici,,, delinquenti , falsi, criminali… vogliono modificare la costituzione per farci entrare, in modo soft, nel regime totalitario del signor Berlusconi….nel neo-assolutismo.
Attenzione, facciamo molta attenzione, non lasciamoci abbindolare dai telefonini, dalle automobili, dal calcio, dai viaggi, dal consumismo in genere…perché attraverso il consumismo imposto a noi da chi ci governa …noi stessi ci incateniamo al mondo che loro stanno costruendo per loro…attenzione..
Nella crisi attuale non hanno soluzione , ci stanno somministrando un placebo..cioè una medicina che serve solo a tranquillizzare, ma non a curare e a guarire…la crisi va risolta , come si diceva attraverso l’impiego dell’energia rinnovabile …cioè verso colei che spingerà la terza e nuova era industriale…pulita…si ..pulita…
Non voglio dilungarmi , però ho voluto palesare in poche parole che ciò che penso a livello nazionale lo penso per la nostra città…e se sono candidato con l’IDV , con Di Pietro è perché tra i tanti è l’unico partito che fa e ha fatto sentire la sua opposizione.
Come lui c’è Marco Travaglio, c’è Grillo, c’è Luigi De Magistris, c’è Sonia Alfano, ecc.…tutti cittadini fuori dagli schemi partitici che vogliono cambiare le cose.
Non è più possibile sopravvivere in questa società, immaginiamo vivere! …ma ciò lo dico non solo agli operai, alla gente senza lavoro, ai miseri..agli stranieri, ma lo dico anche a coloro che vivono e traggono beneficio da tale impostazione socio-economica…la ricchezza deve essere equamente distribuita…

Cari amici, conoscenti…lettori…questo è un periodo buio per lo stato di diritto del popolo italiano; siamo nel medioevo moderno…l’imperatore e i suoi feudatari si stanno dividendo il paese e le sue ricchezze e noi stiamo diventando servi della gleba.

Questo vassallaggio e questa nuova schiavitù sta inquinando a macchia d’olio la libertà del popolo italiano; lo sta inebetendo togliendogli il libero arbitrio.
Bisogna quindi o riprendere in mano i piccoli feudi sparsi nel paese, cioè i comuni, attraverso le elezioni oppure marciare su Roma tutti uniti e cacciare questa classe dirigente una volta per tutte, sequestrando ogni bene che essa ha acquisito attraverso la loro carica istituzionale o attraverso le malversazioni .

Quindi personalmente non vi chiedo un voto per entrare come consigliere comunale nel “feudo” Rivolese, chiedo che ognuno di voi ritorni ad appropriarsi del suo stato di diritto, della sua capacità di cernere e di scegliere coloro che possono cambiare il corso di queste inaudite condizioni totalitarie.

Scegliere persone, anche senza esperienza politica e istituzionale, capaci di portare il soffio fresco della primavera popolare nel proprio comune; il soffio della nuova vita; il vento della rettitudine morale,civica e civile, l’alito dolce dell’ambientalismo, della libertà e dell’uguaglianza.

Sappiate che la nuova resistenza vive sotto le zolle di terra e presto germoglierà!

Non siamo individui soli, siamo tanti, siamo il popolo...

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento